Si è svolta questa mattina, 14/12/18 c/o la sede della Confartigianato Molise in Isernia, la conferenza stampa di presentazione del progetto 3C4SME – Cross-border Cooperation and Competitiveness for SMEs – progetto è stato finanziato nell’ambito del Programma Transfrontaliero Italia-Albania-Montenegro 2014-2020. Il progetto intende contribuire al rilancio della crescita economica dei territori coinvolti, tramite strumenti innovativi e cooperativi di accesso al credito. 

Sono intervenuti per la Confartigianato Imprese Molise, il presidente, dott. Francesco Toci, e il dott. Emilio Izzo, referente per l’associazione per il settore bancario e del credito.

Sono stati presentati e discussi i risultati di un questionario rivolto alle PMI molisane, nel quale si chiedevano alle imprese esperienze e problematiche riscontrate nella propria attività in materia  di accesso al credito, con particolare riguardo agli strumenti di garanzia conosciuti ed utilizzati. Argomenti dell’analisi: i rapporti con le banche e le compagnie assicurative, il ruolo degli  intermediari finanziari nella propria esperienza, e la conoscenza di strumenti quali le società cooperative fidi e di garanzia. 

Il sondaggio ha fatto emergere, per il campione coinvolto, che le PMI al 83% non conoscono gli strumenti di garanzia di accesso al credito in maniera approfondita, che il 40% delle imprese nel corso del prossimo triennio intende fare investimenti nel Molise, e che nella prospettiva di investire in internazionalizzazione, Paesi quali Albania e Montenegro, risultano come di forte interesse per le PMI Molisane.

Durante l’evento di presentazione del progetto è stata lanciata l’idea di promuovere azioni di educazione finanziaria per gli artigiani e i giovani imprenditori nel corso del 2019 e di sviluppare strumenti, coordinati dalla Confartigianato Imprese Molise, utili ad agevolare i propri associati nei percorsi di accesso al credito, anche per investimenti in internazionalizzazione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + diciassette =